Posa dei Chiusini

 

CONSIGLI PER UNA CORRETTA POSA IN OPERA DEI CHIUSINI

La norma UNI EN 124:1995 relativa ai dispositivi di chiusura e coronamento stradale (chiusini e caditoie), al punto 11 prevede che l’installazione sia “eseguita in conformità alle regole di messa in opera corrispondenti”.

In Italia il codice di messa in opera è rappresentato dalla “Guida all’installazione di dispositivi di coronamento e di chiusura in zone di circolazione pedonale e/o veicolare UNI/TR 11256:2007”.
La posa in opera del dispositivo deve essere effettuata a regola d’arte per garantire che il sistema coperchio, telaio e pozzetto costituisca, una volta installato, un’unica struttura, per resistere alle varie sollecitazioni di tipo statico e dinamico generate dal traffico stradale.

PRIMA DELLA POSA

Occorre anzitutto selezionare il dispositivo che abbia la classe di carico appropriata in relazione al luogo di impiego (in caso di dubbio utilizzare una classe superiore). Controllare che forma e dimensioni (luce netta) del telaio del dispositivo siano compatibili con quelle del pozzetto su cui andrà posato. Tra pozzetto e telaio è necessario realizzare un letto di posa in malta cementizia.

PREPARAZIONE DELLA SUPERFICIE DI POSA

Aumentare la ruvidità della superficie del pozzetto su cui verrà posizionato il dispositivo per migliorare la presa del letto di posa dopodiché pulire accuratamente la superficie di base del telaio e la superficie di appoggio del pozzetto, eliminando eventuali detriti.

REALIZZAZIONE DEL LETTO DI POSA

Realizzare un letto di posa da 2 a 4 cm di spessore con malta cementizia o altro materiale idoneo in relazione alle condizioni ambientali (temperatura e grado di umidità); il materiale scelto dovrà garantire a fine maturazione una resistenza a compressione minima di 50 M/mm2.
Non è consentito il posizionamento del telaio direttamente sulla testa del pozzetto, senza utilizzo della malta cementizia.

POSA DEL TELAIO DEL DISPOSITIVO DI CORONAMENTO/CHIUSURA

Posizionare il telaio subito dopo la realizzazione del letto di posa esercitando una pressione adeguata
per consentire una presa salda tra telaio e letto di posa evitando che la malta cementizia possa sbavare e cadere all’interno del pozzetto. Verificare che il letto di posa riempia completamente lo spazio sotto il telaio e che trabocchi dalle eventuali asole presenti nel telaio e copra le flange laterali; se necessario, riempire eventuali vuoti con altra malta cementizia avente le stesse caratteristiche meccaniche di quella utilizzata per il letto di posa.
Verificare che la parte superiore del telaio sia a livello con la superficie pavimentata.

POSA DEL COPERCHIO/GRIGLIA

Ripulire ogni eventuale residuo di malta e detriti dalla superficie di appoggio del coperchio/griglia.
Dopo che il letto di posa ha maturato una sufficiente presa e resistenza alla compressione per non compromettere il corretto posizionamento, inserire il coperchio/griglia nel telaio, eventualmente con l’ausilio di uno strumento di sollevamento meccanico o utilizzando chiavi di sollevamento.

OPERAZIONI CONCLUSIVE

Prima di rendere transitabile il dispositivo di coronamento/chiusura, attendere i tempi di maturazione prescritti dal fabbricante del materiale di posa utilizzato.
Indipendentemente dall’accuratezza della posa in opera, i dispositivi di coronamento e di chiusura sono inevitabilmente soggetti ad usura nel tempo, specialmente se installati in zone di maggiore sollecitazione a causa del rilevante traffico veicolare e necessitano di periodiche verifiche delle loro condizioni. Nel caso si rilevino rotture del sistema telaio/coperchio, sostituire il componente danneggiato o l’intero sistema.

NOTE SULLA SICUREZZA

Basoli & Rambaldi raccomanda il rispetto della normativa vigente in materia di sicurezza e salute dei lavoratori sui luoghi di lavoro, per la prevenzione e la protezione dai rischi cui sono soggetti gli operatori durante l’esecuzione delle fasi sopra .

 

DOWNLOAD ALLEGATO